Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Superdesk-1
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Superdesk-2
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Superdesk-3
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Superdesk-4

Superdesk

Al The Barbarian Group, credono fermamente che la forza delle idee possa influenzare le nostre azioni e, quindi, suscitare delle reazioni. Per questo motivo quando la società si è interessata al progetto della sua nuova sede, che doveva essere fonte di ispirazione quotidiana per tutto il team, si sono rivolti a Clive Wilkinson, un architetto al quale piace cimentarsi in sfide innovative come è lo spirito del suo committente.

La sfida, in questo caso, era di creare l’ambiente più collaborativo possibile che facilitasse al contempo il processo creativo dei ragazzi del team. Il risultato? Superdesk. Questo è il nome del tavolo, che funge da piano di lavoro, lungo 350 metri che domina l’intera area con una superficie fluida ed ondulata che crea aree private e spazi-rifugio dove poter lavorare singolarmente o in gruppo. Lo studio Clive Wilkinson Architects ha voluto realizzare un ufficio che incoraggiasse l’interazione con un ambiente invitante, divertente e funzionale, come poco spesso si vede nelle sedi lavorative.

Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Cliff-House-1
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Cliff-House-2
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Cliff-House-3
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Cliff-House-4

Cliff House

Cliff House è una casa modulare di cinque piani che si aggrappa a lato di una scogliera, nulla di particolare apparentemente, se non fosse che la parete è verticale sull’oceano. Intitolata la Cliff House, il progetto è una risposta teorica ai clienti che si sono avvicinati allo Studio Modscape per esplorare le opzioni di progettazione per porzioni di terreno estreme come questo versante costiero australiano. Cliff House è concepita come una naturale estensione della scogliera piuttosto che un’aggiunta al paesaggio, creando un collegamento assoluto con l’oceano. Come il disegno stesso renderebbe proibitivo una costruzione con tecnologia costruttiva convenzionale, Cliff House utilizza tecnologie di progettazione e di prefabbricazione modulare, frutto di un attento studio ingegneristico, che permettono a Cliff House di ancorarsi alla nuda roccia con perni d’acciaio speciali ad altissima resistenza. L’ingresso alla casa è attraverso un posto auto coperto al piano superiore, dove un ascensore collega verticalmente l’utente attraverso ciascuno dei discendenti spazi abitativi. Internamente, gli spazi abitativi dispongono di arredi minimalisti per garantire che i punti di vista trascendenti del mare e l’esperienza unica spaziale del luogo rimangono il punto focale integrante del design abitativo.

Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Jellyfish-House-1
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Jellyfish-House-2
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Jellyfish-House-3
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Jellyfish-House-4
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Jellyfish-House-5
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Jellyfish-House-6

Jellyfish House

Jellyfish House è situata a Marbella, sulla costa mediterranea della Spagna, progetto dello studio Wiel Arets Architects. La piscina a sbalzo collocata sul tetto della casa fa in modo che la spiaggia e il mare possono sempre essere visti mentre si prende il sole oppure si nuota. La casa è organizzata attorno a due percorsi: uno “veloce” ed uno più  “lento”, che si intrecciano e attraversano i quattro livelli della casa. La scala “veloce” porta dall’esterno direttamente al tetto; è racchiuso in vetro, che separa fisicamente dall’interno della casa, ma è allo stesso tempo aperto. La scala “lenta”, si estende per tutta la lunghezza della casa, dal piano terra dove si trova l’ingresso principale, fino al tetto. E’ chiusa, ma aperta anche agli elementi esterni, amplificando ulteriormente il concetto di interiorità della casa. Read more…