Duffy Table
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Duffy-Table-7
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Duffy-Table-6
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Duffy-Table-1
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Duffy-Table-5
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Duffy-Table-4
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Duffy-Table-3
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Duffy-Table-2

Duffy Table

Per quanto la si voglia mettere, un tavolo per funzionare ha bisogno di un sostegno e spesso, tale sostegno è dato dalle cosiddette “gambe ” del tavolo.
Un a alternativa a questa monotona realtà è data dal designer Christopher Duffy dello studio londinese Duffy London con l’edizione 2015 di “UP Balloon Coffee Table”, un tavolo che sembra fluttuare leggero grazie ad una serie di palloncini posti a sorreggere la superficie in vetro. In questo caso i palloncini fungono da gambe del tavolo. Tutt’altro che noioso!

Il designer gioca e sfida le leggi di gravità e del design con l’aggiunta di stratagemmi illusori offrendo qualcosa di unico a questo pezzo di arredo.
Il tavolo è composto da un superficie in vetro, resina e acciaio. L’edizione 2015 di UP Balloon Coffee Table è disponibile in solo 25 unità e nei colori accesi del rosso, argento e oro.

Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Table-Glow-1
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Table-Glow-2
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Table-Glow-3
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Table-Glow-4
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Table-Glow-5

Table Glow

Per illuminare un tavolo di solito abbiamo bisogno di alcune candele o di una bella lampada appoggiata sul piano. Ma con Table Glow non abbiamo bisogno di luci poichè è il tavolo stesso, la fonte luminosa. Una fonte luminosa molto particolare…

Mike Warren è un artigiano ed editor del forum di “bricolage – fai da te” Instructables, ha realizzato un tavolo fatto completamente a mano che si illumina al buio grazie ad una resina fluorescente, fatta colare nelle venature naturali del legno. Mike Warren ha inoltre pubblicato un tutorial step-by-step e un video relativo al procedimento di come ha realizzato questo pezzo d’arredo innovativo seppur artigianale per permettere a chiunque di creare un tavolo simile a casa propria! Ingegnoso!

Leggi le istruzioni o guarda il video su Instructables oppure su YouTube cercando “table glow”.

Sada Bike

Sada Bike è una bici senza raggi, con le ruote pieghevoli. Tascabile a tal punto che quando la chiudi diventa grande come un ombrello: la si può infilare nello zaino, oppure portarsela dietro senza troppa fatica. L’ingegno made in Italy ha partorito un nuovo modello destinato a rendere dura la vita ai ladri di tutto il mondo.

Sada Bike, dovrebbe arrivare sul mercato già entro la fine di quest’anno 2015. A quel punto, l’ansia da lucchetto (doppio, quadruplo e a vole non basta) probabilmente resterà solo un ricordo. Merito di Gianluca Sada, 31enne ingegnere di Battipaglia (Salerno) che il 5 marzo 2010 ha depositato il brevetto presso la Camera di Commercio di Torino. Quindi ha realizzato il prototipo di questa nuova bicicletta portatile in collaborazione con le Officine Meccaniche Tonno e con l’incubatore Imprese innovative del Politecnico di Torino.

Sada Bike pesa meno di dieci chili, le ruote hanno le dimensioni di una normale bici da strada, ovvero 26 pollici. Questo permette di coprire agevolmente anche le lunghe distanze, problema che riguarda oggi le bici portatili disponibili sul mercato. Gli ingranaggi si richiudono in pochi secondi grazie al telaio a forma di forbice. Sada ha ricevuto diversi riconoscimenti, fra cui il premio “IDEA-TO” come “miglior tesi di laurea a carattere innovativo”.

Orphe

Orphe sono un nuovo e rivoluzionario paio di sneakers, con le quali è possibile compiere “evoluzioni luminose” dal fortissimo impatto suggestivo. Quello che rende Orphe un sistema intelligente e tecnologico è il funzionamento tramite un sistema di illuminazione personalizzabile come un controller audio-video o strumento musicale.

Le scarpe con luci LED non sono una novità, ciò che è innovativo è il montaggio tramite tecniche di ripresa innovative unendo queste particolari scarpe alla danza. Tale idea è stata lanciata da uno studio giapponese No New Folk Studio con una campagna per il finanziamento sulla piattaforma Indiegogo.

Ciascuna “Orphe Shoe”, contiene sensori di movimento avanzati, con circa 100 colori diversi e luci LED montate in serie controllate da tecnologia wireless che consente agli utenti di esprimersi intuitivamente in modi nuovi e interessanti a ritmo di musica.