Moebius
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Moebius-5
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Moebius-4
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Moebius-3
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Moebius-2
Davide-Mori-Architettura-Design-Articoli-Moebius-1

Moebius

Chi ha detto che il fumetto non può essere considerato una forma di Design? Il critico francese Claude Beylie lo annoverò alla nona posizione delle discipline artistiche nel 1964. Hugo Pratt definisce il fumetto come “letteratura disegnata”, mentre Will Eisner lo definisce come “arte sequenziale”. Ora, poiché il fumetto è in larga parte utilizzato a fini narrativi e illustrativi, è spesso chiamato coerentemente “letteratura disegnata”, in quanto rientra nei canoni etici (messaggio, metafora, esempio) e in quelli estetici (descrizione, riflessione, narrazione, dialogo) della letteratura propriamente detta; vi è anche da dire, però, che il fumetto è soprattutto: disegno, segno, tratto, stile, forma!

Moebius, al secolo Jean Giraud, è considerato uno dei più importanti disegnatori di fumetti al mondo ed è noto soprattutto per le sue storie fantastiche. Apprezzando i suoi capolavori si può percepire la ricerca verso un’estasi che travalica l’essenza stessa dell’attimo e della narrazione. Le forme sono precise, delicate e anche nei casi più apparentemente “estremi”, mai volgari. Moebius sa raccontare anche l’eros e lo fa con stile. Quante volte abbiamo paragonato una Ferrari ad una bella donna? Perché il nostro corpo è armonia, simmetria delle forme, purezza. 

Il Design scava nella forma per raggiungere l’essenza della forma stessa. Moebius è Design.

Il 15 Aprile 2015 alle ore 20.45 presso la Biblioteca Civica di Brugherio, si parlerà anche di questo. Join with us!